Migranti, Renzi attacca la Merkel: “Ci dica se ha altre soluzioni”.

image
http://www.cartomanziagratissempre.it

Matteo Renzi puntava tutto sul suo Migration compact, il piano che l’Italia

ha presentato all’Europa per aiutare i Paesi in difficoltà e arginare “l’invasione” di migranti economici verso il Vecchio Continente.Ma la risposta dell’Unione Europea non è stata così calorosa come sperava il premier. “La Commissione Ue dà un grande benvenuto” alla proposta e il “presidente Juncker è molto contento che l’approccio europeo trovi forte sostegno”, ha detto il portavoce della Commissione Ue Margaritis Schinas che ha aggiunto: “Lavoreremo a stretto contatto con Matteo Renzi per continuare a spingere per avere più Europa”.Un’accoglienza positiva a prima vista che stride quando la portavoce entra nel merito del piano e in particolare sull’uso di Eurobond per finanziare le misure per gestire la crisi: “La Commissione Ue ha sempre sostenuto che occorre essere immaginativi”, ha detto, “Abbiamo preso buona nota della proposta italiana, ma sono state formulate anche altre proposte. Non posso dare, in questa fase, una posizione della Commissione Ue”.Chi ha attaccato senza mezze misure l’Italia, invece, è la Germania che tramite il portavoce di Angela Merkel ha bocciato su ogni fronte la proposta: “Il governo tedesco non vede alcuna base per un finaziamento comune dei debiti per le spese degli stati membri per la migrazione”, ha risposto il portavoce del governo Steffen Seibert, ricordando che vi sono altri strumenti disponibili nel bilancio europeo e sottolineando che Berlino “esaminerà in modo approfondito” le proposte di Renzi “per una strategia esterna completa sulla migrazione”.”È importante che noi pensiamo anche ad altre misure”, ha concluso la Merkel, a cui in serata ha risposto il premier Matteo Renzi, in un’intervista al Tg1. “L’Ue deve farsi carico del tema, noi abbiamo proposto gli eurobond, bene Juncker, se la Merkel e i tedeschi hanno soluzioni diverse ce le dicano, non siamo affezionati ad una soluzione”, ha detto.Una replica che pare non tenere conto di quanto arriva da fonti europee, secondo cui il cancelliere tedesco starebbe pensando a coprire l’emergenza immigrazione tassando la benzina nell’Unione Europea.

Start a Conversation