Uomini e Donne, il trash targato De Filippi arriva in Canada. Il direttore di Buzzfeed: “No Maria, io esco”.

image
http://www.cartomanziagratissempre.it

Quel furbone di Craig Silverman, direttore di Buzzfeed Canada, ha trovato la vena aurifera e continua a scavare senza sosta. Dopo aver innescato una polemica internazionale su Ciao Darwin (da lui definito in un tweet “la fine dell’umanità”), il giornalista canadese

ha deciso di continuare a dilettarsi con la televisione italiana, stavolta andando a toccare uno dei programmi più discussi, amati e odiati degli ultimi anni: Uomini & Donne.

A quanto pare, dopo il cinguettio sul programma trash di Bonolis e i giorni di discussioni sui social, Silverman ha accettato il consiglio dei suoi tanti nuovi amici italiani, che gli suggerivano di dedicarsi al trono over del programma pomeridiano di Maria De Filippi, forse per innescare una nuova bomba social. Da “paragnosta” qual è, Silverman si presta volentieri, anche se all’inizio ha qualche problema di comprensione del format: “La prima impressione di Uomini e Donne è che si tratti dalla versione italiana del Jerry Springer Show. Alcune cose sono davvero universali”. Poi, però, si dimostra ancora una volta attento osservatore della tv italiana e comincia a sottolineare alcuni particolari che per gli italiani sono arcinoti da anni: Maria De Filippi sempre seduta sui gradini (“mentre tutto crolla attorno a lei”, chiosa Silverman), gli scontri ultratrash tra Tina Cipollari e Gemma Galgani, la conduttrice di U&D che si guadagna presto il titolo di Queen, fino addirittura al tormentone di Tina “No Maria, io esco”.

Evidentemente infervorato dall’Epifania di Nostra Signora della Tv, il direttore di BuzzFeed Canada cade anche nel tranello dell’account parodia su Twitter della De Filippi e poi comincia a rispondere, retwittare, chiosare gli interventi dei tanti italiani che gli scrivono, trattandolo ormai come una sorta di cavia per testare il limite di sopportazione che uno straniero può avere quando guarda la tv nazionalpopolare di casa nostra.

Impressione sbagliata, evidentemente, perché è Craig Silverman a usare noi e la nostra tv, non il contrario. È un furbastro, Silverman, e si sta divertendo assai a giocare con i nervi scoperti della nostra cultura pop (o forse è più appropriato dire “trash”). E in più sta conquistando un pubblico per sé e per la versione canadese di BuzzFeed, che non è poco. La cosa strana, però, è che persino lui non riesce a essere troppo cattivo con Uomini & Donne, cioè il programma sicuramente meno nobile di Maria De Filippi. Un timore reverenziale che evidentemente è inevitabile, anche se vivi in Canada, anche se non hai mai avuto a che fare con Bloody Mary, anche se ti occupi di tutt’altro. O forse, più semplicemente, è l’ennesima prova che Maria De Filippi anche quando conduce robaccia come Uomini e Donne, coglie nel segno perché conosce i suoi polli. I polli di Maria siamo tutti noi, Craig Silverman incluso. Il quale, però, ha capito che possiamo tranquillamente essere anche i suoi polli. Perché quando scatta la combo tv-trash-social network, noi italiani raggiungiamo un livello di efficienza cerebrale paragonabile a quello del paramecio.

Start a Conversation