Bergamo. Tagliacozzo, attivista M5s preso a calci e pugni da uomini incappucciati nella sua lavanderia.

image
http://www.cartomanziagratissempre.it

Lo hanno colpito con calci e pugni all’interno della sua lavanderia a Tagliacozzo poi, all’arrivo di un cliente, sono usciti dal negozio. Due uomini incappucciati scortati da un terzo che ha fatto il “palo”

all’ingresso, scrive il quotidiano Il Centro, hanno aggredito Alessandro Marcelli nel suo negozio nel comune in provincia de L’Aquila. L’uomo, 41 anni, ha sporto denuncia contro ignoti in riferimento all’episodio, avvenuto mercoledì 11 maggio.

Marcelli è anche attivista del Movimento 5 Stelle e fa parte del coordinamento a sostegno della candidata sindaco Maria Zaccone. Al quotidiano abruzzese l’uomo ha spiegato di non sapere chi siano stati gli autori del pestaggio e se in qualche modo quanto avvenuto fosse riconducibile alla sua attività politica. O se, invece, “sia stato un tentativo di rapina da parte di balordi”. Nel suo negozio, inoltre, che si sono svolte alcune riunioni del Movimento 5 Stelle in vista delle amministrative del 5 giugno.

Intricata, al momento, anche la situazione dell’amministrazione di Tagliacozzo, che è stata commissariata dopo l’arresto del sindaco Maurizio Di Marco Testa per un’inchiesta per turbata libertà degli incanti, frode nelle pubbliche forniture, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale e tentata concussione. Il tribunale del Riesame aveva poi annullato il provvedimento di custodia cautelare nei confronti del primo cittadino, che era stato eletto con la lista civica Rinascita per Tagliacozzo, considerata in area Nuovo Centrodestra. Di Marco Testa si è ricandidato alle prossime elezioni.

Start a Conversation