Ultim’Ora: “Squallido…”.

Un episodio molto grave e tragico. Un Nigeriano di 36 anni è morto vittima di un violento pestaggio da parte di un ultrà della Fermana. Le sue condizioni erano apparse subito gravi infatti era in coma irreversibile da ieri.
Il fatto è accaduto a Fermo. L’ultrà aveva dapprima insultato la moglie del 36enne, dandole della”scimmia africana” e poi si era rivolto al marito pestandolo fino a ridurlo in fin di vita.Anche la donna è stata malmenata.La coppia era in Italia dal settembre scorso.
I due erano partiti dal loro paese,dopo un assalto di Boko Haram in cui hanno perso i genitori e una figlioletta. Si aggiunge squallore a una famiglia già segnata nella vita. Che DIO lo abbia in gloria e possa finalmente riposare in pace.