https://www.cartomanziagratissempre.it/

È stato uno dei fondatori della Banda Bassotti: aveva 62 anni ANGELO “SIGARO” CONTI È MORTO








pixel È stato uno dei fondatori della Banda Bassotti: aveva 62 anni ANGELO “SIGARO” CONTI È MORTO

E’ morto a 62 Angelo Conti ”SIGARO” in seguito ad una breve e grave malattia. La voce riguardante le sue condizioni di salute era nell’aria già da qualche tempo anche se soltanto ieri è stato ufficializzato il decesso di uno dei fondatori della Banda dei Bassotti. Il gruppo, nato nel 1987 nella periferia di Roma, ha segnato il combat rock e lo ska militante in Italia e nel mondo scrivendo pagine importanti della scena Ska-Punk-Oi! nazionale. Angelo Conti, che era cantante e chitarrista, non aveva mai abbandonato il lavoro nei cantieri insieme agli altri colleghi, trascorrendo un’esistenza divisa tra musica, la militanza e lo stesso lavoro di operaio edile. Temi cari alla Banda Bassotti, presenti in tutti i loro album, sono stati l’appartenenza alla classe operaia e alle sue lotte sociali e il distacco dal sistema politico corrotto italiano. I testi delle canzoni sono spesso scritti sempre a quattro mani con intellettuali a loro vicini politicamente. La voce della morte di Angelo “Sigaro” Conti si è diffusa velocemente attraverso i social network rendendo necessaria l’ufficializzazione del decesso da parte degli altri membri della Banda Bassotti. Qui è stato pubblicato un semplice post con l’immagine dell’artista e la scritta: “Chi lotta non sarà mai schiavo. Ciao Sigaro”. Tanti i messaggi di cordoglio pubblicati in risposta al triste annuncio tra i quali la Patria Socialista che così riporta: “Apprendiamo qualche istante fa che Angelo “Sigaro” Conti ci ha lasciato. Nell’immensa tristezza del momento non possiamo che stringerci forte ai familiari ed alla Banda Bassotti, con la quale ha cantato in ogni angolo di mondo le ingiustizie di questa terra e le lotte degli Uomini liberi. Se ne va un poeta del popolo, se ne va un eterno sognatore, se ne va un nostro Fratello”. Ad esso si aggiungono le parole di molti utenti, politicamente vicini alla band, che ricordano le lotte sociali e alcuni degli album più celebri del gruppo tra i quali “Un altro giorno d’amore” e “L’altra faccia dell’impero”.

READ  Anche nel vecchio West il binario era unico...
Call Now ButtonCONSULTO GRATIS

CHIAMA GRATIS

error: Content is protected !!
× Ciao