https://www.cartomanziagratissempre.it/

ECCO COME DOVETE PROTEGGERVI DAL CORONAVIRUS CINESE

——–CLICCATE QUI PER AVERE IL VOSTRO CONSULTO COMPLETO APPROFONDITO E PROFESSIONALE DI CARTOMANZIA GRATIS——–








L’Oms parla di «rischio globale elevato. Preoccupa la contagiosità senza sintomi. L’invito a evitare i viaggi nelle zone a rischio della Cina. L’allarme infondato di evitare i locali cinesi.

L’Oms (Organizzazione mondiale della sanità) ha giudicato il rischio globale derivante dal coronavirus cinese «elevato», correggendo i precedenti rapporti in cui parlava di livello «moderato». Il rischio«è molto alto in Cina, alto a livello regionale e alto a livello globale». E c’è il serio rischio che presto si possa parlare di «emergenza sanitaria internazionale» ha anticipato il ministro della Salute Roberto Speranza. Il nuovo virus, ha aggiunto, «è classificato di tipo B (come Sars e Polio) quanto a pericolosità, ma viene di fatto gestito come uno di classe A, al pari di colera e peste».

Il nuovo coronavirus che si sta diffondendo in Cina si chiama 2019-n-CoV. La patologia nata a Wuhan viene ancora formalmente definita con il nome che gli ha dato l’Oms, «nuovo coronavirus» o «2019-nCoc» dove la N indica «nuovo» e «Cov» il coronavirus. A differenza di altri virus simili come la Sars (sindrome respiratoria acuta grave), che tra il 2002 e 2003 seminò 8 mila contagi e 775 morti, e della Mers (sindrome respiratoria medio orientale) che dal 2012 al 2019 ha contato 2.500 casi e 858 morti, in prevalenza nella penisola arabica ,non ha un nome su precisa esortazione dell’Oms che ha esortato gli scienziati a non battezzare i nuovi virus con nomi che potrebbero causare effetti negativi su nazioni, economie, persone.

Numerosi coronavirus noti circolano in animali e non hanno ancora infettato esseri umani. Nel caso del nuovo coronavirus una ricerca condotta da un team di ricercatori cinesi sostiene che il virus sia stato trasmesso all’uomo dai serpenti. Ma come scrive la rivista scientifica Nature, altri scienziati spiegano che non ci sono prove sufficienti per sostenere che questi virus possano infettare altre specie diverse da mammiferi e uccelli.

Il nuovo coronavirus può essere trasmesso da persona a persona, in genere dopo un contatto stretto con un paziente infetto, ad esempio tra familiari o in ambiente sanitario. Il principale fattore di contagio è lo spostamento delle persone affette da Coronavirus, per questo motivo i pazienti (o i sospetti pazienti) e sono messi in quarantena. Secondo il portale Epicentro i coronavirus umani si trasmettono da una persona infetta a un’altra attraverso la saliva, tossendo e starnutendo; con contatti diretti personali (come toccare o stringere la mano e portarla alle mucose); toccando prima un oggetto o una superficie contaminati dal virus e poi portandosi le mani (non ancora lavate) sulla bocca, sul naso o sugli occhi; raramente con la contaminazione fecale.

Secondo i dati più aggiornati il periodo di incubazione varia tra i 2 e 10 giorni. Il coronavirus è contagioso anche durante l’incubazione. Il virus 2019 n-CoV, secondo uno studio pubblicato da The Lancet, potrebbe essere trasmesso anche da persone che, pur avendo già l’infezione, non mostrano di avere sintomi. Per questo è cruciale isolare i pazienti e mettere in quarantena tutti coloro che hanno avuto contatti con i malati. Se i casi di diffusione del virus da persone asintomatiche fossero comuni, bloccare l’epidemia sarebbe molto più difficile. Per ora tra i 37 casi di coronavirus 2019-nCosv registrati fuori dalla Cina, 3 sono stati rilevati senza la comparsa di sintomi, mentre dei 34 restanti pazienti, si ha il dato sui sintomi per 28.

Ogni persona contagiata dal virus 2019-nCov può infettarne in media altre 2,6, con un tasso che varia da 1,5 a 3,5: le stime sono dei ricercatori dell’Imperial College di Londra, che collaborano con l’Organizzazione mondiale della sanità . Ciò rende il suo tasso di diffusione confrontabile a quello della Sars e della pandemia influenzale del 2009 scrive la rivista Nature . La stima dei ricercatori inglesi è leggermente superiore a quella pubblicata dall’Oms dopo la riunione dello scorso giovedì, che andava da 1,4 a 2,5 persone infettate per ogni malato.

I sintomi assomigliano a quelli dell’influenza e delle sindromi parainfluenzali che circolano in questa stagione. Ecco perché è facile che si creino falsi allarmi prima che le analisi di laboratorio consentano di arrivare a una diagnosi certa. Febbre, tosse, difficoltà respiratorie, nei casi gravi bronchite e polmonite sono le caratteristiche dell’infezione da nuovo coronavirus che devono preoccupare in particolare se si hanno avuti contatti con persone provenienti dalle zone del contagio. È importante, nel caso si verifichino sintomi, informare il proprio medico di eventuali viaggi o di recenti contatti con animali.

Non esiste un trattamento specifico per la malattia causata da un nuovo coronavirus. Per ora i pazienti vengono curati come per le infezioni gravi da virus non noto. A differenza che per l’influenza, non ci sono farmaci antivirali specifici contro il nuovo ospite e anche in occasione della Sars i tentativi di trovarne erano falliti. Quando la malattia dà luogo a polmoniti particolarmente gravi si può anche considerare l’uso dell’Ecmo, l’ossigenazioneextracorporea, una tecnica di rianimazione che supporta le funzioni vitali attraverso l’ossigenazione del sangue.

Le raccomandazioni per ridurre l’esposizione e la trasmissione del nuovo coronavirus sono per ora generali:
– Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi o con soluzioni alcoliche
– Starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso, utilizzare una mascherina e gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l’uso
– Evitare di toccare gli occhi, il naso o la bocca con mani non lavate evitare contatti ravvicinati con persone che sono malate o che mostri sintomi di malattie respiratorie (come tosse e starnuti)
– Rimanere a casa se si hanno sintomi
– Fare attenzione alle pratiche alimentari (evitare carne cruda o poco cotta, frutta o verdura non lavate e le bevande non imbottigliate)
– Pulire e disinfettare oggetti e superfici che possono essere state contaminate
– Vaccinarsi contro l’influenza.

Da questa prima fase è possibile dire che il virus in questione non è letale nella maggior parte dei casi. Quasi tutti i contagiati sopravvivono al virus. La percentuale dei decessi causati dal virus è al momento di circa il 3% anche se i dato è ancora provvisorio. Inoltre sembra che buona parte delle vittime del nuovo coronavirus fossero anziane e con patologie pregresse.

Non esiste ancora un vaccino contro il coronavirus 2019-nCov ma alcune aziende farmaceutiche ci stanno lavorando. I tempi possono però essere relativamente lunghi e non compatibili con la velocità di propagazione del virus . proprio in queste ore è stato approvato con urgenza il progetto per lo sviluppo di un vaccino mRNA contro il nuovo coronavirus (2019-nCoV). Lo ha dichiarato lo Shanghai East Hospital dell’Università Tongji. Il vaccino sarà sviluppato dall’ospedale con la Stermirna Therapeutics.

Non ci sono evidenze che il virus si trasmetta attraverso il cibo o per via alimentare o anche toccando oggetti inanimati come giocattoli, vestiario. Il virus si introduce nell’organismo attraverso le prime vie respiratorie, naso e bocca, ma non attraverso l’apparato digestivo con passaggio di cibi contaminati.

Il ministero della Salute italiano raccomanda «di posticipare i viaggi non necessari in Cina». Sul sito viaggiare sicuri della Farnesina, il ministero degli Esteri invita a evitare tutti i viaggi nella provincia dell’Hubei. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha spiegato che su tutti i passeggeri provenienti dalla Cina vengono controllati uno a uno a bordo prima dello sbarco e poi monitorate successivamente, nel corso dei potenziali giorni di incubazione.

Il Centro clinico di salute pubblica di Shanghai ha sviluppato uno spray antivirale contro il coronavirus, che può essere spruzzato in gola come scudo per proteggersi dal virus. «Ancora non si sa molto della sua efficacia ed è tutto da valutare, ma se fosse confermata l’efficacia da studi potrebbe aiutare a diminuire la contagiosità proteggendo la popolazione dal virus» ha commentato Gianni Rezza, direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di Sanità (Iss).

Ricevere pacchi dalla Cina «non comporta alcun problema per il contagio» di coronavirus ha assicurato il portavoce dell’Oms, Christian Lindmeier. «Il virus non ha una vita lunga rispetto ad altri virus, ma può stare su una superficie. Se io tossisco sulla mano e passo un telefono, per esempio, ci può essere contagio, ma il tempo di sopravvivenza del virus è molto, molto ridotto e forse dopo mezz’ora non può più contaminare persone. Ricevere pacchi dalla Cina non comporta problema per il contagio».

Il virologo Roberto Burioni sul suo sito Medical Facts scrive: «È necessario ribadire che la situazione merita tutta la nostra attenzione e non deve essere sottovalutata, però non ha nessun senso in questo momento evitare i cinesi, i ristoranti cinesi o i quartieri cinesi in Italia. L’unica cosa che deve essere evitata sono i viaggi in direzione della Cina, o in altre zone a rischio». Conferma Gianni Rezza direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di Sanità (Iss): «In questo momento è un allarmismo assolutamente immotivato evitare negozi e locali cinesi».

Le mascherine al momento in Italia sono utili e indispensabili solo per il personale sanitario che ha a che fare con pazienti o sospetti tali. Anche chi ha un rischio di contagio come i servizi sanitari di frontiera è bene che si protegga. La psicosi coronavirus ha spinto verso la corsa all’acquisto di mascherine protettive e il Codacons denuncia rincari fino a +400%: «La corsa all’acquisto del prodotto che si registra in tutte le città italiane e nei principali aeroporti ha portato ad una riduzione delle disponibilità sul mercato, e potrebbe dare vita a speculazioni a danno dei consumatori». «Le mascherine protettive – ribadisce Gianni Rezza – non sono necessarie per la popolazione generale in Italia».

——–CLICCATE QUI PER AVERE IL VOSTRO CONSULTO COMPLETO APPROFONDITO E PROFESSIONALE DI CARTOMANZIA GRATIS——–









——–FONTE CORRIERE.IT——–