https://www.cartomanziagratissempre.it/

ESPLOSO DISTRIBUTORE A RIETI 2 MORTI

 

 

 

 

 

Rieti, esplosione in un distributore sulla Salaria: 2 morti e 17 feriti

 

Prende fuoco un’autocisterna pienadi liquido infiammabile. Una delle vittime è un vigile del fuoco. Un testimone: “Come un terremoto”. Attivato il piano di emergenza. Salaria chiusa al traffico. Rieti, 5 dicembre 2018 – Grave incidente a Rieti. Una violenta esplosione è avvenuta alle 14:30 in un distributore di carburante sulla via Salaria, in prossimità di Borgo Quinzio. Il bilancio è di due morti diciassette feriti, alcuni dei quali gravi. Una enorme nuvola di fumo e fiamme si è alzata ed è rimasta visibile in cielo per molto tempo. L’esplosione è stata causata dall’incendio di un’autocisterna piena di liquido infiammabile. Le vittime sono un vigile del fuoco e un uomo che si trovava nei pressi dell’incidente.

LE VITTIME – Il pompiere mortoStefano Colasanti, non era nella squadra dei soccorsi. Diretto a Roma per un altro servizio, si è fermato per aiutare le persone coinvolte quando ha visto l’incendio al distributore. Aveva 50 anni. La seconda vittima si era fermata con la sua auto ad una decina di metri dalla pompa di benzina perché incuriosita dall’incendio. Improvvisamente la deflagrazione e le fiamme che hanno travolto l’uomo.

LA DINAMICA DELL’INCIDENTE – Il Questore di Rieti Antonio Mannoni precisa la dinamica dell’incidente: “L’esplosione è partita da un’autocisterna che stava scaricando Gpl nell’area di servizio. C’è stato un primo incendio e mentre i vigili del fuoco e il 118 stavano operando è avvenuta una violentissima esplosione”, che ha fatto sbalzare via per decine di metri l’autocisterna. Così ha detto il questore, aggiungendo che “al momento i vigili del fuoco stanno mettendo in sicurezza l’area e la cisterna, raffreddandola”.

“COME UN TERREMOTO” – Molti i residenti nella zona che hanno sentito la forte esplosione e hanno immediatamente visto il fumo e le fiamme in cielo. “Un boato enorme, mai sentita una cosa così, sembrava un terremoto“, ha raccontato un testimone.

FERITI IN PROGNOSI RISERVATA – Istituita immediatamente un’unità di crisi presso l’Ares 118 di Roma, mentre al Centro grandi ustioni dell’Ospedale Sant’Eugenio in questo momento si trovano ricoverati in prognosi riservata 7 feriti. “I pazienti hanno tutti ustioni tra il 35% e il 50% del corpo. La situazione più complicata è quella di una giovane paziente che oltre alle ustioni ha riportato un trauma da schiacciamento”, ha dichiarato  in una nota l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

SALARIA CHIUSA AL TRAFFICO – Il traffico sulla via Salaria è stato bloccato e la statale resterà chiusa tutta la notte per consentire le operazioni di messa in sicurezza e bonifica dell’area coinvolta. Istituiti, già dal pomeriggio, percorsi alternativi per raggiungere Roma e Rieti. Subito dopo l’esplosione il sindaco di Fara in Sabina, Davide Basilicata, ha fatto sapere che era stata predisposta una zona rossa su tutta l’area.

CONSULTO GRATIS

CHIAMA GRATIS

× CONTATTACI...