https://www.cartomanziagratissempre.it/

ECCO LA RIPRESA DI RENZI…








ECCO LA RIPRESA DI RENZI... 3

 

 

 

Lo schiaffo dell’Eurostat a Renzi.Ma dove l’ha vista la ripresa Matteo Renzi? Mistero. Fatto sta che la fotografia dell’Eurostat è ben diversa da quella sciorinata dal premier. Infatti, l’Italia non riesce a recuperare le perdite della crisi e a mettersi al pari dei big Ue su industria e lavoro. Secondo i dati Eurostat rielaborati dal Mise, a stentare è soprattutto l’occupazione giovanile, che dal minimo registrato durante la crisi ha recuperato 0,9 punti (2,7 in Germania, 4,2 in Gb e 1,9 in Spagna). Bene invece il clima di fiducia. In base ai dati contenuti nel “Cruscotto congiunturale” messo a punto dal ministero dello Sviluppo economico, il livello della produzione industriale italiana è ancora di oltre il 31% inferiore rispetto ai massimi precrisi ed ha recuperato solo il 3% rispetto ai minimi toccati durante la recessione. La Francia ha recuperato l’8%, la Germania il 27,8%, la Gran Bretagna il 5,4% e la Spagna il 7,5%. Il confronto è ancora più implacabile se si guarda esclusivamente al settore delle costruzioni: ad ottobre di quest’anno l’Italia era 85 punti sotto il massimo precrisi ed ha toccato il nuovo minimo assoluto dall’inizio della crisi economica.Secondo Eurostat, tutti gli altri big hanno invece recuperato dai picchi negativi, dal 3,4% della Francia al 32,9% della Spagna. L’Italia distanzia quasi tutti i partner europei nel clima di fiducia dei consumatori e non va male neanche in quello delle imprese, ma nel mercato del lavoro il nostro Paese torna in difficoltà rispetto agli altri. Nel terzo trimestre, il tasso di disoccupazione è sceso all’11,5%, ma in Germania era al 4,5% e nel Regno Unito al 5,2%. La Spagna segnava ancora un grave 21,6%, tuttavia rispetto ai momenti più bui della crisi Madrid ha recuperato 4,7 punti contro 1,6 punti di Roma. Caso a sè quello della Francia: il tasso di disoccupazione è più basso di quello italiano, pari al 10,8% ma si tratta del dato peggiore degli ultimi 18 anni. L’Italia è infine fanalino di coda nell’occupazione giovanile tra i 15 e i 24 anni con un tasso del 15,1% contro il 28% della Francia, il 43,8% della Germania, il 48,8% del Regno Unito e il 17,7% della Spagna. Rispetto ai picchi negativi della crisi il recupero è stato di 0,9 punti, contro 1,9 della Spagna, 2,7% della Germani a 4,2 della Gran Bretagna.

image

https://www.cartomanziagratissempre.it/

I FAKE DEL WEB NEL 2015; LE BUFALE DIVENTATE VIRALI…


I FAKE DEL WEB NEL 2015; LE BUFALE DIVENTATE VIRALI... 4

 

 

 

 

 

 

Il 2015 ha visto molte bufale circolare sul web. Internet si conferma una sorta di telefono senza fili dove le verità si possono distorcere enormemente, dove possono diventare vere le cose più assurde e dove il pensiero di gruppo mostra tutta la sua potenza. Queste le notizie (fake) più cliccate e che sono diventate virali:I fratellini nepalesi:Una foto struggente che circolava viralmente nei giorni drammatici del terremoto in Nepal ritrae una bimba sui due anni accovacciata per terra impaurita e abbracciata, in segno di protezione, dal fratellino più grande.Il regalo di Zuckerberg.Circolava la notizia che il fondatore di Facebook avrebbe donato il 10% delle proprie azioni del famoso social network a 1000 utenti “fortunati”. Il tutto corredato da post fake che invitava a condividerla taggando gli amici per sperare di vincere 4,5 milioni di dollari a testa – dopo che la coppia Mark-Priscilla ha annunciato che avrebbe donato il 99% del proprio capitale azionistico per rendere il mondo migliore, dopo la nascita della prima figlia Max.Il rifugiato combattente dell’Isis. «Ricordate questo ragazzo? Lo scorso anno era in posa per l’Isis, ora è un rifugiato». La presunta notizia corredata di foto ingannevole e scherzosa (di cui il protagonista si è scusato) ha chiaramente alimentato la paure che i rifugiati possano essere uno strumento per infiltrare terroristi in Europa. In realtà l’uomo ritratto nella foto non è un combattente dell’Isis, ma è un ex comandante dell’Esercito libero siriano, un gruppo di ribelli moderati che si oppone al presidente Assad.Gli elettori repubblicani stupidi. Donald Trump avrebbe detto in un’intervista a People del ’98 che i repubblicani sono gli elettori “più stupidi” (dumbest): falso. Non che manchi occasioni di fare gaffe, ma nell’intervista in questione la citazione non c’è, nemmeno detta con altre paroleArance infette con l’Hiv. Le arance provenienti dalla Libia sarebbero state contaminate con sangue infetto dal virus hiv. Il messaggio minatorio è circolato a lungo sui social, pregando le persone di condividere per salvare più vite possibili. Era solo uno scherzo, di pessimo gusto.Una balena tra i canali di Venezia. Non ha bisogno di spiegazioni, eppure la popolare balena fotografata tra i canali (chiaramente risultato di un fotomontaggio) circolando insistentemente sui social ha finito per ingannare, magari solo momentaneamente, i più creduloni. Si tratta di una foto ritoccata dal fotografo Robert Jahns.Gli 11 gemelli partoriti da una donna indiana. Non è vero che una donna indiana ha partorito 11 gemelli. Anche se fosse successo, non è comunque quella nella foto allegata alla storia dove parte dello staff medico di un ospedale indiano festeggia nel 2011 la nascita di 11 bambine in un giorno (ma di madri diverse!).Il finto skate dei Beatles. Oltre alle notizie di cronaca, sono diventate virali anche alcune storie di costume e politica. Un esempio? John Lennon si sbizzarrisce per le strade londinesi con il suo skate. Ma non è assolutamente vero. Si tratta di un’immagine che fa parte di una sorta di raccolta di fotomontaggi che ritraggono varie celebrities “a bordo” di uno skate. E’ stato realizzato con immagini tratta dal film girato dai Fab Four “A Hard Day’s Night”.Marte che si avvicina alla terra:[[foto 1172470]]Il pianeta Marte avrebbe dovuto, lo scorso 27 agosto, avvicinarsi alla Terra come mai prima. Questo testa a testa è effettivamente avvenuto, ma nel 2003 quando il pianeta rosso arrivò a 56 milioni di chilometri da noi. E non è un evento così speciale, capita ogni 15 o 17 anni.Michael Kors razzista. Lo stilista Michael Kors era finito al centro delle polemiche per una frase razzista: avrebbe detto di essersi stancato di fingere che gli piacciano le persone di colore. Ma a diffondere la notizia – che è volata sul web tra onde di indignazione – era stato il sito satirico NahaDaily.Il giovanissimo Putin e Reagan. Questa è un’immagine divenuta virale e dietro a un ragazzino che stringe la mano all’allora presidente Ronald Reagan, in visita in Russia, ci sarebbe un giovanissimo Putin. In realtà lo scatto è una dimostrazione potentissima della forza del pensiero di massa, per cui se tutti iniziano a dire “come assomiglia quello a Putin” nessuno osa contraddire questa verità. Ma la verità è che l’uomo della foto non è Putin e non gli assomiglia nemmeno tanto.Starbucks che “odia” Gesù. Il fatto che Starbucks abbia deciso di stampare per Natale 2015 delle semplici tazze di carta rossa, senza disegnini natalizi, ha fatto infuriare il candidato repubblicano Donald Trump che ha accusato la catena di caffè di “odiare Gesù”. I giornali l’hanno battezzata “The war of Christmas cups”, ma era solo una scelta di packaging…Il massacro “non avvenuto” alla Sandy Hook. Neanche le tragedie vengono risparmiate dalla tentazione di raccontare frottole. E così, anche la strage nella scuola “Sandy Hook”, dove un 20enne aveva ucciso 27 persone, era stata messa in dubbio e ritenuto falso.Il dito medio di Diana. L’immagine della principessa mentre mostra il dito medio era facilmente smacherabile, in quanto non si addice ad una donna fine ed elegante quale era Diana. Eppure in molti ci sono cascati, credendo veramente che Lady D. si fosse scomposta per un momento. La foto in realtà era stata ritoccata dalla fotografa Alison Jackson.I 15 giorni di buio a novembre.Secondo la Nasa, nel 2015 la Terra sarebbe stata inghiottita e, come conseguenza, a novembre ci sarebbero stati 15 giorni di buio. Un fenomeno che “non succedeva da un milione di anni”. Peccato che la Nasa non ne sapesse nulla dell’evento apocalittico…

https://www.cartomanziagratissempre.it/

QUO VADO?

 

 

 

 

 

QUO VADO? 5

Ecco le slide che svelano le bugie di Renzi.Chi di slide ferisce, di slide perisce. Matteo Renzi sbugiardato usando le sue stesse armi. Giovanni Donzelli, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Toscana, su Facebook ha messo in reto cinque slide che ricordano tutte le mancate promesse del premier usando l’hastag #megliogufichepavoni.Al capitolo aiuti alle imprese Donzelli ricorda che il 4 ottobre scorso Renzi promise che avrebbe ridotto le tasse ma “l’impresa aiutata è quella di famiglia Renzi: 236mila euro di mutuo pagato con i soldi pubblici”. Sul tema “sprechi e privilegi” il 12 marzo 2014 Renzi annunciò che avrebbe messo all’asta le auto blu ma poi ha acquistato un aereo di Stato mai usato del valore di 175mila euro. …

https://www.cartomanziagratissempre.it/

GELA M5S DIVISO…








GELA M5S DIVISO... 6

 

 

 

 

 

 

 

“Il sindaco Domenico Messinese utilizza metodi clientelari e non rappresenta più il M5s”, è l’attacco lanciato in conferenza stampa da quattro dei cinque consiglieri comunali grillini di Gela, che hanno chiesto ai parlamentari del direttorio di vietare al sindaco l’utilizzo del simboloAppena il 28 dicembre il primo cittadino aveva defenestrato tre componenti dalla sua giunta: si tratta diPietro Lorefice, Ketty Damante e Nuccio Di Paola, rispettivamente assessori ai trasporti, all’istruzione e alla programmazione. Sono tutti militanti storici, indicati direttamente dalla base: ed è per questo motivo che la mossa del primo cittadino ha spaccato definitivamente il M5s. Ora Messinese potrebbe essere il primo sindaco espulso dal Movimento 5 Stelle. In queste ore, infatti, i vertici nazionali grillini stanno valutando come comportarsi con il primo cittadino di Gela, città dove i pentastellati si sono spaccati già pochi mesi dopo aver vinto le amministrative del giugno scorso.

Cartomanzia GRATIS al:339-27.29.722,Ritualistica GRATIS al:339-27.29.722,Tarocchi GRATIS al:339-27.29.722,Sibille GRATIS al:339-27.29722,Astrologia GRATIS al:339-27.29.722,Legamenti d'amore GRATIS al: 339-27.29.722,Ritorni d'amore GRATIS al:339-27.29.722,Numeri vincenti al lotto GRATIS al:339-27.29.722 e tanto altro...

 

“Gli assessori non lavoravano più per il bene della città, facevano summit esterni, tramavano contro la mia amministrazione: la fiducia era venuta meno ed io devo dare risposte ai cittadino”, aveva spiegato il sindaco, che già ad agosto aveva estromesso dalla giunta Fabrizio Nardo, un altro esponente grillino della prima ora.

 

Come dire che la faida tutta interna ai 5 Stelle gelesi dura da tempo: in città esistono due meetup con posizioni opposte, e quasi tutta la breve esperienza amministrativa di Messinese è stata costellata dalle polemiche. Dalla foto che lo immortalava abbracciato a Lucio Greco, candidato di una lista vicina al Nuovo Centrodestra, sconfitto al primo turno e poi sostenitore dei pentastellati al ballottaggio, fino all’alto numero di deleghe assegnate al vicesindaco Simone Siciliano, sono stati diversi i momenti di scontro tra sindaco e i consiglieri della sua stessa maggioranza. “Mi attaccano dal giorno dopo l’elezione e onestamente non riesco a capire perché: probabilmente perché hanno altri obiettivi, diversi da quelli che corrispondono al bene della città” dice il primo cittadino. La cui posizione sarà adesso valutata dai membri del direttorio nazionale: lo stesso Gianroberto Casaleggio si sta occupando della questione.

 

“Se ho paura di essere espulso? Assolutamente no. Non ho parlato con nessuno dei vertici nazionali: io sono onesto, e non ho bisogno di un simbolo per continuare ad esserlo”. In caso di espulsione, Messinese ha spiegato che non intende dimettersi. “Finché potrò, rimarrò al servizio dei cittadini che mi hanno eletto”. La presa di Gela per il Movimento di Grillo era stata una vittoria storica, anche perché arrivava nella città del governatore siciliano Rosario Crocetta, storica roccaforte del Pd, segnata dalla presenza ultracinquantennale del petrolchimico Eni. Appena sei mesi dopo, però, di quel trionfo non rimangono che i cocci e un probabile record poco invidiabile: quello del primo sindaco espulso dal Movimento.

www.cartomanziagratissempre.it

BERLUSCONI: “RENZI E’ ABUSIVO, SUBITO ELEZIONI…








BERLUSCONI: "RENZI E' ABUSIVO, SUBITO ELEZIONI... 7

 

 

 

 

 

 

 

Roma – Berlusconi attacca Renzi e Grillo e dà la carica ai mille militanti radunati all’hotel Ferrari di San Vitaliano a Nola dall’onorevole Paolo Russo. Il Cavaliere incorona Gianni Lettieri come candidato sindaco di Napoli ma poi denuncia il premier: «È abusivo, non democratico e contro il popolo. Ci sono 50 senatori eletti nel centrodestra che sono passati a sinistra. È una situazione paradossale». 

https://www.cartomanziagratissempre.it/

IL PD ESCLUDE FIORELLA MANNOIA


IL PD ESCLUDE FIORELLA MANNOIA 8

 

 

 

 

La cantante ritorna ancora una volta sulla polemica legata alla mancata presenza al concertone di Capodanno, che appena poche ore fa aveva scatenato un dibattito politico-gossipparo che aveva coinvolto anche le maggiori forze politiche nazionali.All’indomani del Natale, la cantante si era sfogata su Facebook lamentando la propria estromissione dal tradizionale show della notte di San Silvestro: “non chiedetemi perché, ma un’idea ce l’ho”, aveva concluso velenosa. Immediate le illazioni, con il Movimento Cinque Stelle che aveva insinuato il dubbio che la Mannoia fosse stata “fatta fuori” perché critica verso il presidente del Consiglio Matteo Renzi.Ieri la diretta interessata è tornata sull’argomento, sempre scrivendo attraverso Facebook. E lo ha fatto confutando le speculazioni politiche e cercando di minizzare l’intera vicenda (che però era stata lei a sollevare).”Credo che questa faccenda abbia assunto delle dimensioni esagerate – scrive la cantante – Non sopporto le strumentalizzazioni, da qualsiasi parte arrivino. Non mi piace che attraverso questa vicenda si faccia campagna elettorale con il mio nome.””E inoltre, sinceramente – conclude con grande buon senso – penso che l’Italia abbia altri problemi ben più gravi a cui dedicare tutte queste energie. Grazie per l’affetto”

https://www.cartomanziagratissempre.it/

LA RIPRESA CHE NON ESISTE…








LA RIPRESA CHE NON ESISTE... 9

 

 

 

 

 

 

Chiuso per mancata ripresa. Nella «letargo esistenziale» secondo l’ultima definizione del Censis che anestetizza il Paese al tempo dello «zero virgola», l’onda lunga della crisi soffoca il pilastro più indifeso della nostra economia, che resiste ma non si rialza. Le attività commerciali e i pubblici esercizi che continuano a chiudere da Nord a Sud, lasciando i centri urbani in un avanzato stato di «desertificazione», come denuncia l’Osservatorio di Confesercenti, sono ben di più rispetto a quelli che tagliano il nastro. Non sono bastate le previsioni di crescita, le iniezioni di fiducia e ottimismo veicolate nel mantra dell’«Italia che riparte» per evitare l’emorragia di 29mila negozi, bar e ristoranti che nel 2015 sono stati costretti ad abbassare le serrande. Così l’anno che sta per finire segna il cronico solco negativo che dal 2011 attanaglia il comparto nel Belpaese, riconsegnando un saldo tra aperture e chiusure in rosso che seppur sfumato rispetto al 2014, quando il risultato tra cessate attività e nuovi inizi è sprofondato a soglia -34mila, resta comunque peggiore delle attese, avverte il rapporto dell’associazione. L’illusione che proprio il 2015 potesse essere l’atteso giro di boa dopo la recessione, si frantuma insieme al trend delle nuove aperture. La brezza che soffia in poppa ai consumi non basta per trainare la ripartenza, e così mentre diminuiscono le vetrine abbandonate calano anche le nuove attività: 37mila, secondo le stime dell’Osservatorio, 5mila in meno rispetto al 2014, quando ancora in piena crisi le neonate imprese sono state 42mila, mentre nel 2013 se ne contavano 45mila. Risultato: la spirale resta negativa, l’auspicata boccata d’ossigeno si esaurisce negli spazi vuoti degli oltre 600mila locali sfitti che popolano i centri storici, dove canoni di locazione stellari spengono iniziative ed entusiasmi, e presentano il conto di margini sempre più risicati. «La ripartenza dei consumi è ancora troppo recente e modesta – dice il presidente di Confesercenti, Massimo Vivoli – per portare ad una rapida inversione di tendenza. Le nuove aperture sono bloccate dalla stretta del credito e dalla riduzione dei margini di impresa, erosi dalla crisi e da una fiscalità cresciuta quasi costantemente negli ultimi cinque anni». Quelli in cui il settore tra commercio in sede fissa, ristorazione e servizio bar ha visto 346mila imprese abbandonare l’attività, contro appena 207mila aperture, con un bilancio di 140mila chiusure. Significa che ogni giorno, in media, per 114 negozi che aprono, altri 190 hanno gettano la spugna, con un’emorragia di 76 esercizi. Tra le regioni, la maglia nera è della Sicilia, che dal 2011 ha registrato la fine di 16.355 imprese. Seguono la Lombardia con 14.327 attività perse, e la Campania con 13.922, mentre tra le città è Roma ad aver sofferto più di tutte con 7.500 tra negozi, bar, caffè e ristoranti rimasti schiacciati dalla crisi. A Torino sono cessate nello stesso periodo 3mila imprese, e a Napoli 2.327. L’unica a superare la linea rossa è Padova, dove dal 2011 il commercio è cresciuto, anche se solo di 42 unità. «Battuta ogni previsione più fosca – commenta su Facebook Giovanni Toti, presidente della regione Liguria e consigliere politico di Forza Italia – È questa l’Italia di Renzi?».

CARTOMANZIA GRATIS E TANTO ALTRO ANCORA SEMPRE GRATIS AL:339-27.29.722.

https://www.cartomanziagratissempre.it/

ECCO LE SPIE DELLE BANCHE…

 

 

 

 

 

 

Dopo il crac, spuntano le spie nelle banche.Dopo la crisi di alcuni istuti bancari, da gennaio arriveranno grosse novità dentro le filiali. Basterà una spiata anonima a evitare altri casi di risparmio tradito? Sarà sufficiente la delazione tra colleghi a far cambiare il funzionamento delle banche e a renderle più trasparenti? Oppure il whistleblowing, vale a dire il meccanismo che da gennaio consentirà, a chi lavora in banca, di riferire anomalie interne, sarà solo l’ ennesimo scudo legale per l’ industria finanziaria italiana?Tra pochi giorni, come ricorda Libero, con le banche del nostro Paese ancora una volta nell’ occhio del ciclone per i casi Chieti, Etruria, Ferrara e Marche, diventa operativo anche nelle aziende bancarie il nuovo sistema sulle soffiate aziendali. Entro il 31 dicembre tutti gli istituti di credito devono dotarsi di una speciale piattaforma informatica per l’ anticorruzione. Un software da far girare sulla rete aziendale che consenta ai dipendenti di segnalare – restando protetti – leggi calpestate o regolamenti violati, sia interni sia delle autorità di vigilanza: dal falso in bilancio alle mazzette per i prestiti o i mutui, dalle operazioni finanziarie illecite alle frodi, fino ai test falsificati per gli investitori (tanto per rimanere nella stretta attualità).

image

https://www.cartomanziagratissempre.it

https://www.cartomanziagratissempre.it/

LA BANCA, LA PAURA E CONSENSI IN CALO…








LA BANCA, LA PAURA E CONSENSI IN CALO... 11

 

 

 

 

 

“Buoni fruttiferi postali, i più ricercati dai cacciatori di certezze” perché «Ci vuole un buono per garantire i tuoi risparmi». Con una campagna pubblicitaria in stile western su stampa e tv, la Cassa Depositi e Prestiti lancia la sfida all’ok Corral alle banche invitando i risparmiatori italiani a comprare i prodotti che vengono distribuiti da Poste Italiane: sono «garantiti dallo Stato», hanno «una tassazione agevolata al 12,50%» e consentono di richiedere, «quando vuoi», il rimborso del capitale investito. La mossa è aggressiva e il tempismo non pare casuale. In pieno far west del risparmio, con gli obbligazionisti subordinati rimasti vittima del salva-banche e con la nuova crisi di fiducia nei rapporti fra correntisti e sistema creditizio alla vigilia delle nuove regole europee sul bail in, il messaggio della Cassa potrebbe suonare così: vieni all’ufficio postale, compra prodotti tassati meno e garantiti illimitatamente dallo Stato perché noi non falliamo e puoi anche chiederne il rimborso. «Buoni al 100%. Sempre», si legge sulla stella dello sceriffo che compare nella pubblicità sui giornali. Mica come i bond cattivi dell’Etruria o come i conti correnti delle banche che garantiscono i tuoi depositi solo fino a 100mila euro.In realtà, Poste – che distribuisce i prodotti emessi da Cdp – è stata in parte privatizzata e a fine ottobre ne è stato quotato in Borsa il 40% (ma il Tesoro è ancora azionista). E la strategia di pubblicizzare la vendita dei buoni fruttiferi sarebbe legata a una maggiore attenzione al conto economico e alla necessità di rafforzare la raccolta postale penalizzata anche da tassi di interesse assai più bassi rispetto al passato. Qualche maligno fa però notare che, se andrà a segno il mega spot sui buoni fruttiferi, aumenterà indirettamente la provvista di Cdp che serve per finanziare come un bancomat la ripresa di Palazzo Chigi mobilitando risorse per lo sviluppo (il piano industriale targato Claudio Costamagna ha stimato 160 miliardi in cinque anni). Insomma, a pensar male il premier Renzi potrebbe trarre vantaggio, attraverso la sua «banca» (ovvero Cdp), del panico generato dal decreto del suo stesso governo. E peraltro facendo la guerra alle big del credito sane che, non solo hanno dovuto mettere mano al portafoglio sganciando quasi 4 miliardi per lanciare un paracadute ai quattro istituti malati finiti sull’orlo del fallimento, ma da gennaio rischiano anche di pagare un prezzo più alto in termini di crollo della fiducia nel sistema da parte dei risparmiatori. I quali, alla disperata ricerca di un’alternativa al materasso dove depositare i propri soldi, verranno a quel punto accolti a braccia aperte negli uffici postali dove potranno stare «al sicuro». Almeno finché dura.Perché in epoca di bail in, il rischio di mettere in campo aiuti di Stato – e dunque di far alzare il cartellino rosso della Commissione Ue – che è stato fatto uscire dalla porta quando si è trattato di salvare le banche in difficoltà, potrebbe rientrare dalla finestra (come garanzia statale di un prodotto) se e quando Bruxelles dovesse accendere un riflettore sui buoni fruttiferi postali. A quel punto nel saloon europeo del risparmio non ci sarebbe più differenza fra «il buono, il brutto e il cattivo»

Cartomanzia GRATIS a tanto altro al:339-27.29.722.
Il presidente del Consiglio Matteo Renzi con il ministro per le Riforme e Rapporti col Parlamento Maria Elena Boschi durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri, Palazzo Chigi, Roma, 31 marzo 2014

https://www.cartomanziagratissempre.it

www.cartomanziagratissempre.it

Pirlo: “vi dico perché ho lasciato la Juve…”







 

 

 

 

 

Pirlo: "vi dico perché ho lasciato la Juve..." 12

image

https://www.cartomanziagratissempre.it

 

 

 

“Loro volevano che restassi ancora, non mi hanno mandato via. È stata una mia decisione, avevo altre scelte in testa e ho deciso per questo. Mi è molto dispiaciuto ma è stata una mia scelta”. Lo ha detto il centrocampista del New York City Andrea Pirlo nel corso del workshop in svolgimento a Dubai per la decima edizione del Dubai International Sports Conferencè tornando sul suo addio alla Juventus. “Si arriva a una certa età in cui bisogna fare delle valutazioni – ha sottolineato il regista bresciano – Era arrivato il momento giusto per cambiare e fare una nuova esperienza dopo quattro fantastici anni e aver vinto quello che c’era da vincere. Ho fatto una scelta di vita per imparare qualcosa di nuovo”.Insomma il centrocampista ex Juve a quanto pare non ha rimpianti. Ma di certo in una Juventus lanciatissima in campionato e pronta per gli ottavi di Champions col Bayern Monaco, Pirlo avrebbe fatto comodo.https://www.cartomanziagratissempre.it/

https://www.cartomanziagratissempre.it/

CARTOMANZIA GRATIS AL: 339-27.29.722.








CARTOMANZIA GRATIS AL: 339-27.29.722. 13

 

 

 

 

 

 

 

 

Cartomanzia completamente GRATIS e sempre per tutta Italia al: 339-272.97.22.
Operatore completo e sempre aggiornato. Esperienza, onesta’, sincerita’, serieta’ ed affidabilita’
GARANTITI da 30 anni di professione. AVVISO:”Verranno bloccati i perdi tempo, persone ignoranti
e volgari, anonimi, curiosi, maleducati, scurrili, disturbatori, operatori improvvisati e FALLITI
che mi copiano, replicanti vari, furbi,scrocconi, falsi, Call Center, spioni, scettici etc…”
Si accettano chiamate solo da persone veramente interessate e SERIE.
Telefono:339-27.29.722